Luoghi d'interesse turistico    

Piazza Navona
Colosseo
Basilica di S. Pietro
Stadio Olimpico
Piazza Repubblica
Santa Maria Maggiore
Parlamento
Pantheon
Piazza di Spagna
Palazzo della Civiltà
Piazza Farnese
Fontana di Trevi
Campo de' Fiori
Via Veneto
Piazza Barberini

 
Piazza Navona

Prenota ora

Official hotel site

Miglior prezzo garantito

Hotel a Piazza Navona a Roma


L'Hotel Teatro Pace si trova in una posizione strategica di Roma, a meno di 100 metri da Piazza Navona!

Situata nel cuore dell'antico Rione Parione, la splendida Piazza Navona, definita "il salotto di Roma barocca", è stata costruita sopra le rovine dell'antico Stadio di Domiziano (o Circus Agonalis) di epoca romana, ricalcandone la forma e le dimensioni (sul lato nord della piazza e sotto la chiesa di S.Agnese in Agone sono ancora visibili i resti di questa grandiosa costruzione). In tempi passati è stato un grande teatro all'aperto, con spettacoli e celebrazioni che hanno fatto la storia della città: corse di cavalli, giostre e soprattutto le "naumachie" (letteralmente "combattimenti navali"), simulazioni di battaglie navali effettivamente combattute, dopo aver inondato la piazza. In epoca più recente, fin oltre la metà dell'800, la piazza continuò ad essere allagata nelle notti d'agosto, diventando una sorta di carnevale estivo che vedeva giocare insieme popolo e nobiltà, tra le carrozze arrancanti nell'estemporaneo lago e i tuffi dei bambini che raccoglievano le monete gettate nella fontana, come vuole un'antica tradizione romana. Nel 1866 Pio IX decretò la fine del divertimento, interrompendo questa tradizione.

Le strutture architettoniche più famose della piazza sono la "Fontana dei Quattro Fiumi", opera di Gian Lorenzo Bernini (1598-1680), e la chiesa di S.Agnese in Agone, realizzata da Francesco Castelli, meglio noto come "Francesco Borromini" (1599-1667). I due artisti furono per lungo tempo acerrimi nemici artistici, e proprio attorno alla realizzazione di queste due importanti opere, nacquero tra di loro i maggiori dissapori. La leggenda racconta che la Fontana dei Quattro Fiumi fu concepita dal Bernini per essere innalzata di fronte alla chiesa di Sant'Agnese. Questa fontana ha tre dei quattro fiumi raffigurati (il Nilo, simbolo dell'Africa, il Gange, simbolo dell'Asia, e il Danubio, simbolo dell'Europa), che distolgono lo sguardo dalla chiesa, come se non volessero vederne, si malignò, le imperfezioni architettoniche; solo il Rio della Plata, che simboleggia l'America, guarda verso la chiesa, ma con un atteggiamento di vero terrore, come nel timore che il campanile di Sant'Agnese possa precipitargli addosso da un momento all'altro, tanto il Bernini dubitava della stabilità dell'opera del rivale. Il complesso marmoreo della fontana è sormontato da un imponente obelisco egizio, sulla cui stabilità, a loro volta, i seguaci del Borromini, per rifarsi delle critiche mosse nei confronti del loro maestro, sollevarono forti dubbi, ma il Bernini, che era un tipo burlone, una notte si recò in piazza Navona e legò alla punta dell'obelisco quattro sottili funi fissate a quattro case all'estremità della piazza, cosicchè non vi sarebbero stati dubbi sulla sua solidità. Tuttavia il Borromini non seppe accettare lo scherzo, e la cosa finì per addolorarlo e tormentarlo a tal punto che la vicenda ebbe un tragico epilogo: impazzì e si tolse la vita gettandosi sulla propria spada. In piazza Navona ci sono altre due fontane: quella del Nettuno, che si scontra con la piovra, e quella del Moro, entrambe di Giacomo Della Porta.

Il momento migliore per visitare Piazza Navona è il tardo pomeriggio, quando la piazza si riempie di intrattenitori, artisti, pittori o fumettisti, caricaturisti ed una folla di romani curiosi, che vi passeggiano prima di andare a cenare in uno dei tanti ristoranti della zona. Assolutamente da non perdere, Piazza Navona a Natale, quando la piazza si riempie di bancarelle che vendono calze, dolciumi, balocchi e le tipiche statuine del Presepe, con le capanne e tutti i personaggi che lo compongono. Uno spettacolo eccezionale.

Lo Sapevate? L'attuale nome della piazza deriva dal termine "agones" che in latino vuol dire appunto "giochi". Per corruzione linguistica "agone" divenne "in agone", "innagone", "navone" e quindi "Navona".
  IT | EN | FR | DE | ES | AR  
Hotel Teatro Pace - Via del Teatro Pace 33 - 00186 Roma
Tel. +39 06 6879075 - Fax +39 06 68192364 - info@hotelteatropace.com
Emunà Srl - partita iva e codice fiscale 05664681003